Browsed by
Mese: ottobre 2017

ESSERE MIGLIORI? ?>

ESSERE MIGLIORI?

Ovunque mi giri, vedo, sento, leggo, messaggi che ci suggeriscono di essere MIGLIORI. Siamo continuamente sollecitati a credere che ciò che siamo è da cambiare. Sarà vero??? Ho il sospetto che l’abilità a non piacerci ci stia portando lontano da quella che io, controversa creatura, sento essere la VERITA’: noi siamo esseri perfetti e ciò che riconosciamo come imperfezioni non sono altro che rime di una poesia di AMORE. Se proprio devo cambiare, qualcosa di me è l’idea che così…

Continua Continua

VERSO UN OLTRE DI MOLTEPLICI POSSIBILITA’ ?>

VERSO UN OLTRE DI MOLTEPLICI POSSIBILITA’

A cosa ti serve rimanere attaccata al dolore? E’ come camminare sopra il fango e rimanerci impantanata. Non vedi che ti sta piegando come una vittima al suo carnefice? Questo svilisce la tua forza, impedendoti di guardare verso un oltre di molteplici possibilità. So che ora potresti obiettare dicendomi: che niente di cosa stai provando tu, si è accostato alla mia pelle, che non posso capire il dolore di sentirsi traditi dalla vita. Hai ragione, non posso capire ciò che…

Continua Continua

SCRITTURA AUTOBIOGRAFICA ?>

SCRITTURA AUTOBIOGRAFICA

Rovistare dentro le memorie, conferire loro il posto che si meritano. Accoglierle nel cuore, spogliandole di tutto il patimento che certe volte contengono. Respirarci dentro fino a trasformarle in parole buone, pregne di morbidezza e gratitudine, è un lavoro di grande pregio e cura, inteso come prendersi cura di ciò che è stato e di ciò che siamo ora. Un tentativo sicuro, senza effetti collaterali, che ci permette di trasformare il dramma di un vissuto doloroso, in occasione di crescita…

Continua Continua

CHIACCHIERICCIO ?>

CHIACCHIERICCIO

Questo mondo blatera parole, prese a caso dai disordini emotivi, pronte a colpire come proiettili impazziti. Nessun anelito a trasformare il chiacchiericcio in silenzio, nessuna volontà a osservare il vuoto e senza proiettare sull’altro, riempirlo di tenerezza. Solo frastuono a impedire l’ascolto, per non correre il rischio di sentire ciò che libera la bocca mentre parla.     Illustrazione : autore sconosciuto